48 ore nello Utah, dove (sorprendentemente) il bere non si ferma mai

Uproxx

"È strano che voglio solo comprare il vino di Jeff per il resto della mia vita", dico alla mia amica, Julie.

È sul pavimento di uno studio d'arte , appoggiata su un gomito. Una mano tiene un bicchiere di vino , l'altra accarezza il cane del proprietario dello studio.

"No", dice Julie con assoluta serietà. "È meraviglioso e lo amiamo e il suo vino."

Attingo una canna di metallo – con una sfera di vetro fuso attaccata in modo precario alla sua estremità – in un forno così caldo che sono preoccupato che il fuoco brucerà i miei bulbi oculari se non strabumo gli occhi.

"Ti sembro Beyoncé?" Chiedo, i miei capelli si gonfiano intorno a me, grazie ai fan di dimensioni industriali che mantengono la temperatura della stanza ragionevole. Julie tira su il telefono, socchiudendo gli occhi verso di me attraverso lo schermo.

"Sì," dice lei.

"Certo che lo so", penso, dal lato sbagliato di ubriaco, mentre gestisco apparecchiature estremamente pericolose, "Beyoncé e io potremmo essere sorelle".

***

Posso dire con una buona dose di fiducia che non sono mai stato particolarmente fedele a una marca di vino. Sono il tipo di persona che è leale a qualsiasi cosa sia in vendita e non in una scatola (bene, farò anche una scatola, se è tutto ciò che stai offrendo). Ma eccomi qui, in Utah, molto alticcio con il mio migliore amico, dichiarando la mia fedeltà a un marchio di vini, Cooper e Thief, come una sorta di famiglia Game of Thrones che promette la propria vita agli Stark poco prima di essere decapitato a un matrimonio.

È strano, ma ad essere onesti, non è stata la mia prima dichiarazione audace e dichiarativa del viaggio. All'inizio della giornata, avevo annunciato il mio profondo amore per la nostra cameriera, ho detto che aveva il sorriso più bello del mondo e che mi sarebbe davvero mancata la sua attenzione quando siamo partiti. Prima di questo, avevo annunciato che la nostra guida del whisky era l'uomo più attraente che avessi mai visto nella vita reale – il che era una cosa che Julie e io ci scambiavamo messaggi furiosamente sotto il tavolo per tutto il tempo in cui parlava di cereali e invecchiamento e qualunque cosa.

In effetti, l'intero viaggio mi sentivo collegato a tutto e tutti intorno a me. E io sto al di là di tutto questo. Cosa posso dire? Park City, nello Utah, è un posto magico.

48 ore prima, stavo salendo su una montagna al tramonto, dopo aver completato un lungo e straziante viaggio da Los Angeles a Park City. Voglio dire, sai, non è un "sforzo fisico estremo provocato da Cheryl Strayed che conduce a una crescita significativa ed emotiva", un tipo di viaggio straziante, ma solido "Sono stato ritardato di alcuni minuti e ho dovuto pagare 15 dollari per un secondo bicchiere di vino" viaggio. Stanno provando in modi diversi.

Ero lì per passare qualche giorno a bere whisky e vino con la mia migliore amica, la già citata Julie. In un certo senso, sembrava un viaggio da sogno. Quando io e Julie ci incontriamo, non importa quanto vino abbiamo comprato in preparazione per l'incontro (sempre certi di averlo esagerato questa volta), finiamo per soffiare tutto e correre in un negozio all'angolo alle 1 del mattino per più. Quindi questo tipo di cosa è stata fatta per noi. Ma allo stesso tempo, ero un po 'titubante riguardo a questa particolare avventura del vino perché … Utah ?

Ero stato a Sion ed era bello sicuro, ma quanto sarebbe divertente bere nel paese di Mormon? Anche con la mia signora principale che mi raggiungeva da Chicago, la prospettiva sembrava alquanto dubbia. L'ultima volta che ci siamo incontrati per un viaggio era Vegas. Sembrava una posizione letterale opposta.

***

Il sole inizia a tramontare mentre l'autista si inerpica sulla montagna verso il nostro hotel, il Waldorf Astoria Park City . Non sto prestando molta attenzione. Julie e io stiamo chiacchierando a tutta velocità su ogni singola cosa che è accaduta nelle nostre vite nelle ultime settimane quando – la macchina si ferma. Guardo fuori dalla finestra e sussulto. Ho trascorso un periodo significativo in montagna, e Julie e io abbiamo vissuto insieme in Idaho per un breve periodo a 23 anni, ma comunque … siamo in trance. I rosa morbidi sfumano in quello che posso solo chiamare mestamente maestà di montagna viola.

Rimaniamo in silenzio fino a quando il nostro autista non parla. "Grazie per avermi guidato qui," dice, sincero stupore nella sua voce. "Non sono mai stato su questa montagna prima ed è così bello."

Molto da disfare, ma lo stesso residente di Park City, lo stesso.

Allison Sanchez

Dopo aver controllato nella stanza d'albergo – il che è così bello che in realtà appendere i nostri vestiti come persone reali – ci dirigiamo al piano di sotto al bar. Come tutti quelli che incontriamo a Park City, il nostro cameriere è stranamente bello. Voglio dire, non come lui è bello in un modo strano (come il modo in cui potresti trovare il cartone animato adulto Simba sessualmente attraente in The Lion King ) ma strano in quanto, come tema generale, Park City ha una folle quantità di giovani, attraenti persone pro capite . Sono tutti attori segretamente alla ricerca di un ruolo? Non l'ho escluso.

Ci svegliamo la mattina successiva stranamente rinfrescati (anche se durante la notte abbiamo bevuto più drink – forse era l'aria salubre della montagna?) E ci dirigiamo a fare colazione prima di un'escursione. Sai, un'ora e mezza di attività fisica che ci permetterà di mentire a noi stessi su quanto siamo sani.

"Wow, questo compenserà totalmente tutto ciò che sta per succedere!" Ci diciamo allegramente.

L'escursione è adorabile e consiste nel camminare tra i veri colori autunnali e le foglie croccanti. Ma per quanto mi diverta, non posso lasciarmi distrarre troppo a lungo. Abbiamo l'evento principale. Bere così tanto whisky e vino. Siamo diretti alla High West Distillery per provare la loro nuova collaborazione con i vini Cooper e Thief , un Cabernet invecchiato nelle botti di whisky di segale dell'Alto West. Il pranzo coinvolgerà una degustazione di molti dei vini abbinati al nostro pasto. Siamo fuori per le gare.

High West Distillery sembra provenire dal nulla. Un monolite sorprendente e stranamente moderno nel mezzo di un ambiente rustico. All'arrivo, giriamo per diversi minuti a fare foto. Presto, siamo seduti con un gruppo di altri a un lungo tavolo per provare i nuovi vini.

Questo è il momento in cui incontriamo Jeff Kasavan, Cooper e il cellarmaster di Thief, che è lì per dare il via alla collaborazione tra vino e whisky condividendo il suo processo e le sue filosofie sul vino. I vini di Cooper e Thief sono diversi perché sono invecchiati in vari barili di liquori, raccolti per completare l'uva (in questo caso, botti di whisky di segale). Questo processo rende un vino assolutamente unico. Il Sauvignon Blanc dell'azienda è invecchiato in una botte di tequila, conferendogli un sapore piccante e deciso. Il loro Cabernet ha quel gusto di whisky corposo e terroso.

Questo tipo di creatività sembra essere la cosa di Jeff. Non ha pretese riguardo al vino, preferendo nerd sugli aspetti scientifici piuttosto che discutere eccessivamente i suggerimenti di un raro petalo di rosa sul finale … o qualsiasi altra cosa. Pensa che chiunque può gustare il vino a modo suo. Lo prendiamo subito, mentre facciamo merenda con le patatine al tartufo e arriviamo a sorseggiare.

Allison Sanchez

Il primo bicchiere di vino del 700 è sempre il più dolce.

Il nostro pranzo enologico è seguito da un tour e degustazione di whisky. Voglio essere chiaro che non sono in forma per bere whisky a questo punto. Questo non mi impedisce Impariamo a succhiare il whisky in bocca, a sentirne l'odore e poi lasciamo che il retrogusto formico rimanga sulla nostra lingua fino a quando non otterremo tutto il sapore del palato. Sono attratto dai whisky più leggeri, Julie preferisce quelli affumicati che mi irrigidiscono gli occhi. Dopo un'ora, ci consideriamo esperti di whisky in piena regola. AMA.

Quella sera, facciamo una cena a base di whisky e diciamo, mi sento molto meno rinfrescato la mattina dopo di quanto ne avessi la precedente mentre ci lanciamo nella prossima tappa della nostra avventura.

"La scorsa notte hai detto a un uomo che avresti fatto il suo podcast", dice Julie quando ci svegliamo. "E poi gli hai urlato che avevi bisogno di una fatturazione migliore."

"Sembra ragionevole," dico. “Vorrei fatturazione superiore.”

Ci imbattiamo in un'auto alle 8 del mattino, con gli occhi annebbiati. La conversazione è silenziosa mentre noi scuotiamo l'acqua e cerchiamo di venire a patti con l'attività fisica alla quale stiamo per partecipare: Paddle Board Yoga. Sembrava bello in anticipo, ma ora me ne sto profondamente pentendo. Sono incredibilmente maldestro su terra solida, quindi chi penso che stia scherzando cercando di bilanciare SULL'ACQUA?

L'idea di bagnare a sorpresa mentre cancella i suoni … davvero da incubo. È autunno nello Utah! Fa freddino! Perché questo esiste anche? E poi ci viene detto che non ci sarà nemmeno il vino.

Arriviamo all'indirizzo indicato e mi guardo attorno, confuso. Dov'è il lago? Ci siamo fermati davanti all'ingresso di una grotta. Camminiamo dentro e sono colpito da un leggero vapore che si attacca alla mia pelle, lasciando piccole gocce sulle mie braccia. È caldo. Circa una dozzina di tavole galleggiano sulla superficie di una sorgente calda, oscillando dolcemente. Sopra di noi, un buco nella caverna crea un lucernario naturale. Questa non è la miseria che mi aspettavo.

Park City Yoga Adventures

Ci viene detto di saltare dentro e trovare una tavola. L'acqua è morbida, non calda, ma calda e rassicurante che sembra di essere infilata in una spessa coperta. I miei muscoli si rilassano immediatamente. E poi stiamo chiedendo a gran voce sulle nostre tavole, scivolando un po 'mentre ci rotoliamo sopra di loro. Il nostro istruttore di yoga, Blake, ci dice di allacciare i guinzagli della nostra tavola e inizia la lezione.

Lo yoga della grotta si rivela essere più di quella magia di Park City. Tutti questi momenti "nella tua testa" che normalmente avresti fatto yoga in uno studio tipo "Oh, sembro stupido" o "Spara, il mio culo è nella faccia di quest'uomo", stranamente se ne va quando tu fare yoga su una tavola da paddle nel bel mezzo di un cratere caldo. Non perché è più facile. È molto più difficile bilanciare, e ogni volta che qualcuno cade (quella prima persona è PER ASSICURARMI), le onde si creano creando un domino di yogi instabili. Ma il bilanciamento è così difficile che non puoi pensare a nient'altro.

Quindi proviamo il nostro meglio e cadiamo. Un sacco. Ma a nessuno importa, ci guardiamo l'un l'altro – sbalorditi e ridendo -, mentre ci precipitiamo selvaggiamente fuori dalle nostre tavole. Ho fatto un sacco di yoga, ma non sono mai stato meno consapevole di essere in questa classe, di fronte a cinque modelli maschili reali. Ad un certo punto, lasci andare il bene e concentrati sulle piccole vittorie. Prima della fine della lezione, mi fermo esattamente per un secondo su un piede prima di spazzare via.

"Io domino su questo", penso.

In seguito, sto ronzando come se qualcuno mi avesse dato delle droghe. Ridacchiando, sentendosi come se il mondo fosse pieno di felicità nascosta che aspettava solo di essere scoperto. Park City continua a sovvertire tutte le mie aspettative.

Park City Yoga Adventures

Il nostro pranzo è un'altra degustazione di vini seguita da soffiatura del vetro. Questo è quando Julie e il mio amore condiviso per il cellarmaster Jeff si trasformano in una vera e propria ossessione.

"Probabilmente non comprerò sempre questo vino", dico a Julie dopo un servizio fotografico di dieci minuti insieme che può essere descritto solo come romantico. "A causa dei soldi".

"Certo, certo, certo," dice Julie. "Ma se stessimo ottenendo qualcosa di carino, come per una festa, lo comprerei".

E finisco per prendere un paio di bottiglie da portare a casa. Perché forse era un effetto collaterale della magia ammaliante di Park City, ma sembrava un vino che fosse in qualche modo più giovane e più hippy degli altri vini. Probabilmente non faceva male che il contenuto di alcol era veramente alto. Sembrava qualcosa da bere in una festa sul tetto a Brooklyn o in una galleria che si apriva a Miami. Ma penso che la cosa che più mi è piaciuta è stata la connessione al viso dietro al vino che abbiamo bevuto. Passiamo così tanto tempo a non sapere da dove provengono i nostri cibi e bevande. Consumiamo senza conoscere la storia o la sostenibilità. Incontrare Jeff, vedendo la sua passione e la sua premurosa cura, mi ha fatto capire cosa stavo bevendo in un modo nuovo.

Quei due giorni a Park City mi hanno spinto a cercare altre esperienze che mi colleghino a ciò che mangio e bevo. A livello superficiale, è stato molto più divertente di quanto mi aspettassi, ma è stata anche un'esperienza più connettiva di quanto mi aspettassi. Mi sono collegato alla mia dea yoga interiore e al mio io inconsapevole, mi sono collegato alle montagne, e non solo al mio migliore amico, ma agli estranei che apparentemente verrano a prendermi sui loro podcast. La connessione ronzava in ogni luogo e l'interazione in tutta la città di montagna e che, soprattutto, era il vero divertimento del viaggio.

Se Park City è magico, immagino sia la buona varietà. Dopo tutto, mi ha fatto sembrare esattamente come Beyonce. Esattamente.

Allison Beyonce Sanchez

Beyoncé ed io siamo solo costantemente genitori che intrappolano le persone.

Allison Sanchez

I bicchieri da vino che abbiamo fatto. Il mio è già rotto.

Allison Sanchez

Sparatoria casual. Se desideri farci un regalo, siamo registrati per più vino.

Questo viaggio è stato ospitato da Cooper e Thief. Puoi saperne di più su Uproxx press trip / hosting policy qui .

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Il nuovo spettacolo Netflix dell'esperto organizzativo Marie Kondo sembra meraviglioso, giusto? Successivo Ariana Grande cade una nuova canzone tra la guerra di Twitter di Kanye e Drake

Rispondi