‘Bohemian Rhapsody’ gioca a Dirty Pool con Freddie Mercury’s Legacy

Volpe

Bohemian Rhapsody si sente come una piscina sporca. O una delle due seguenti cose sono vere: o i membri sopravvissuti della Regina si risentono ancora del fatto che gran parte della loro eredità è racchiusa in Freddie Mercury che dovevano fare questa storia revisionista di un film, o che i membri sopravvissuti sono così Cinematicamente tono sordo hanno fatto inavvertitamente un film che sicuramente si stacca come quello che stavano cercando di fare.

Prima di andare troppo lontano, portiamolo fuori: Rami Malek è davvero eccezionale come Freddie Mercury. È così bravo che quasi vende ciò che questo film sta cercando di impadronirci di noi. Vorrei poter avere, in qualche modo, un film che fosse più gentile con l'eredità di Freddie Mercury – una band che non controllava – ma non è andata così. Quindi quello che otteniamo è Rami Malek che si esibisce nel ruolo di Freddie Mercury in quello che è essenzialmente un film di propaganda di Brian May e Roger Taylor. (Questo film non può essere realizzato senza la collaborazione del membro sopravvissuto o, per lo meno, la musica non può essere utilizzata. Comunque, i risultati di questo accordo sono preoccupanti).

Una frase popolare da usare quando si descrive un film biografico è "dipingere con i numeri". È una frase usata così spesso che mi fa pensare alla reale popolarità della pittura con i numeri. Onestamente, non ricordo di aver dipinto i numeri come una parte importante della mia vita o davvero qualcuno che conosco. Ad ogni modo , ho già visto quel termine usato per descrivere Bohemian Rhapsody ed è impreciso. Un modo più accurato per esprimersi sarebbe: "Dipingendo con i numeri, ma l'artista è davvero pessimo e non può leggere numeri e semplicemente mette qualsiasi colore dove è dannatamente bene".

Diretto da Bryan Singer (voglio dire, dal momento che dalla maggior parte dei resoconti è stato licenziato da questo film e sembra che i suoi problemi stiano cominciando), la performance storica della Regina al Live Aid del 1985 è quella di chiudere il film. Sì, vediamo il giovane Freddie unirsi alla band. Lo vediamo dichiarare il suo amore eterno per una donna. Lo vediamo quindi innamorarsi di un uomo. C'erano preoccupazioni per Bohemian Rhapsody che non voleva che Freddie fosse gay – il che è una cosa pazzesca per essere anche preoccupato per il 2018, ma poi di nuovo questo film ha sicuramente molte sorprese arcaiche in agguato. Bohemian Rhapsody non ignora l'omosessualità di Freddie, ma al contrario è una specie di colpi di scena e la deforma in ciò che il film presenta come la sua rovina.

Guarda, c'è Freddie, che fa la droga e va in giro con tutti i suoi amici gay, mentre il resto della band – quei cigolanti puliti ragazzi – dice a Freddie come non possono restare e festeggiare perché devono tutti tornare a casa dalle loro mogli e bambini. Vedi, Brian May, Roger Taylor e John Deacon sono persone sane che non prenderebbero mai parte allo stile rockstar come fa Freddie Mercury. L'intero film è fondamentalmente quei tre che scuotono la testa nel comportamento di Freddie. E quello che mi fa incazzare è che quei tre (per essere onesti, Deacon non aveva nulla a che fare con il film) sono ancora in giro per offrire questa versione degli eventi mentre Freddie non è qui per dire: "Aspetta un minuto , che mi dici del tempo in cui hai fatto questo e così. "

Qualche mese fa ero al bar e una domanda era: "Qual è l'unico gruppo di quattro membri in cui ogni membro è nella hall of fame della canzone." La risposta fu Queen. Quindi capisco perché gli altri membri vorrebbero il loro dovuto. Ma tutto sembra venire a spese di Freddie. Ci sono due scene separate di Freddie che si presentano tardi per le prove mentre gli altri membri della band hanno le loro idee, come Brian May che arriva con il beat per "We Will Rock You", poi avendo chiesto a Freddie "Aspetta, cosa è quello ? "O quando Freddie è inveendo e vaneggia su come vuole fare più dischi in disco, ma poi c'è John Deacon in un angolo a caso giocando una linea di base," dum dum dum, du du dum dum ". Quindi Freddie chiede ancora una volta, “Hold up, che cos'è?”, quindi un successo tagliato per la band che suona “Another One Bites the Dust” in concerto.

Il terzo atto di Bohemian Rhapsody sembra una fantasia completa. Il conflitto viene da Freddie che vuole esaminare una carriera da solista, che nel film porta alla rottura della band (che non sembra essere realmente accaduta, almeno in alcuna veste ufficiale) – solo per riunirsi per Live Aid. C'è letteralmente una scena di Freddie che supplica la band di riportarlo indietro. Supplicando che la sua carriera solista non funziona senza il resto della band e lui non è niente senza di loro. Poi il resto della band manda letteralmente Freddie nel corridoio come un bambino petulante in modo che gli adulti possano parlare. (Se Freddie Mercury fosse vivo oggi sospetto che questa sia la scena che lo farebbe arrabbiare di più.) E poi , è in queste prove Live Aid che un Freddie ovviamente malato dice al resto del gruppo che ha l'AIDS. (Dai resoconti pubblicati, Freddie non è stato diagnosticato l'HIV fino al 1987.)

Guarda, ho capito, i film con script non sono documentari. E, a volte, la licenza creativa deve essere utilizzata per far avanzare una storia. Ma non ho mai visto un film distorcere i suoi fatti in modo così punitivo. È come se il film volesse punire Freddie Mercury. Di nuovo, sta supplicando la band di riportarlo indietro, ora, di fronte al mondo per vedere, perché Freddie ha avuto l'audacia di andare da solo. (Che non sembra nemmeno vero). Ora, non è detto che in realtà è stato Roger Taylor a essere il primo membro dei Queen a pubblicare un album solista . Oh, sì, e poi un secondo . Oh e poi Brian May ha pubblicato il suo album da solista . E il primo album da solista di Freddie Mercury non fu pubblicato fino al 1985. E John Deacon si esibirà sul secondo e ultimo album solista di Mercury.

(Per inciso, guardando la pagina di Wikipedia di Mr. Bad Guy di Mercury, contiene questa frase: "Inizialmente, l'album doveva contenere duetti con Mercury e Michael Jackson. Hanno registrato 'There Must Be More to Life Than This, 'ma Mercury non ha più collaborato dopo essersi sentito a disagio nel lavorare con il cucciolo di Jackson in studio. ")

Di nuovo, dai resoconti pubblicati, Freddie Mercury fu diagnosticata con l'HIV nel 1987, due anni dopo il Live Aid. (Se questo non è vero, non c'è alcuna prova concreta del contrario.) La tragica morte di Mercurio dall'AIDS è stato un momento determinante nella lotta dei primi anni '90 per la consapevolezza dell'AIDS. Per ora retcon la sua malattia nella sua performance Live Aid sembra irriverente e crudele. Ma questa è la natura di questo film, per riposizionare e rielaborare la vita di Freddie su come il resto dei componenti del gruppo sembrava opportuno. Non ho idea se fosse malizioso – probabilmente, coscientemente, non lo era – ma a prescindere, questo è il risultato finale: punire Freddie Mercury 27 anni dopo la sua morte. E, senza il permesso del membro della band sopravvissuto, questo film non poteva usare la musica dei Queen. Con il senno di poi, sarebbe meglio se questo film non esistesse affatto.

Puoi contattare Mike Ryan direttamente su Twitter.

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente John Krasinski sta scrivendo il sequel di "A Quiet Place" dopo aver detto allo studio n Successivo I voli e le offerte di viaggio low cost di questa settimana sono tutti dedicati ai mercati di Natale

Rispondi