Carey Mulligan preferirebbe lavorare piuttosto che essere una mamma casalinga, perché è “troppo difficile”

Wildfire_B772_323179_019

Carey Mulligan sta attualmente promuovendo Wildlife , il suo film con Jake Gyllenhaal. Il film è un festival cinematografico caro, ma sembra che non riesca a far girare un teatro nella maggior parte dei paesi. Ma questo non impedisce a Carey di venderla, perché lavora sodo. Il film parla di un ragazzo che guarda il matrimonio dei suoi genitori crollare quando sua madre cade per un altro uomo. Quindi, naturalmente, a Carey viene chiesto tutto sulla maternità, specialmente dal momento che è madre per la figlia Evelyn di tre anni e un figlio, il cui nome non è stato rilasciato, che è nato lo scorso autunno . Mentre parlava con Woman's Hour della BBC Radio, Carey ha ammesso che non smetterà di lavorare perché essere una mamma a tempo pieno è "troppo duro lavoro".

L'attrice nominata all'Oscar e madre di due Carey Mulligan ha detto che non potrebbe mai essere una mamma casalinga, perché è "troppo duro lavoro".

Chiedendo alla conduttrice radiofonica della BBC Jane Garvey se avesse mai pensato di diventare una madre a tempo pieno alla figlia Evelyn, tre, e la sua più giovane, il cui nome non ha rivelato pubblicamente, la star del Grande Gatsby ha detto: "No. È troppo duro lavoro, è incredibilmente duro lavorare per essere una mamma casalinga.

'Ma ho sempre avuto anche, e ho paura di usare la parola, ho sempre avuto la vocazione di agire e amo recitare così tanto e quindi mi mancherebbe di non lavorare.

'Non lavoro tutto il tempo e ho un sacco di tempo a casa, sono così fortunato ad essere in grado di fare entrambe le cose, ma non riesco a immaginare di non lavorare, di non recitare più.'

Potendo essere una mamma lavoratrice, Carey ha aggiunto che sentiva un "enorme privilegio" di poter portare i suoi figli a lavoro se ne aveva bisogno, e ha detto che era in una posizione "straordinaria", ma non tutti erano trattati stessa strada.

"Ogni altra persona sul set deve capire qualcosa e tu perdi solo grandi membri dell'equipaggio e la produzione, i registi, gli assistenti alla regia – alcune donne fantastiche – perché non possono permettersi di rimanere nel settore".

[Dal Daily Mail]

Ammetto fin dall'inizio di essere ipersensibile quando si tratta di questo tipo di commenti. Quando ero una mamma casalinga e chiacchieravo con i miei amici mamma lavoro, ogni volta che mi veniva chiesto cosa facevo per vivere, saltarono tutti in questo coro di come sia "il lavoro più difficile di tutti!". Mi sentivo paternalistico . Avevamo un infaticabile cardiochirurgo nel gruppo e, tuttavia, nessuno si è lasciato coinvolgere per sottolineare che il suo lavoro era difficile. Essere a casa è difficile, ma lo è anche essere una mamma che lavora. Carey vuole lavorare, buono per lei. Non ho mai visto nessuna donna che abbia scelto di lavorare come commento sulla mia scelta di non farlo.

Mi piace molto Carey, quindi non la sto colpendo in particolare. Penso che stia solo dando la linea della compagnia, semmai. Apprezzo ciò che ha detto di essere nella posizione esclusiva di essere autorizzato a portare i suoi figli sul set quando altri non possono. Lo ha sostenuto in poche interviste e sta lottando per ottenere assistenza all'infanzia sul set in modo che i genitori non debbano abbandonare il settore. Sono d'accordo che i set cinematografici dovrebbero avere assistenza all'infanzia per l'equipaggio e il cast. Molte persone che lavorano su un set non possono permettersi una cura a tempo pieno. E poiché le riprese non sono un lavoro coerente, è difficile trovare l'assistenza all'infanzia che sarà disponibile solo quando necessario.

MULLIGAN_ZB4171_316363_0021

ZB4486_317975_025

WEDDING3_ZB68_316868_0055

Credito fotografico: Avalon

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente George Clooney è costretto a mettere all'asta la sua motocicletta dalla sua moglie isterica Successivo Menzione di Ariana Grande su "SNL" di Pete Davidson non è stata pianificata in anticipo

Rispondi