Claire Foy ci dice tutte le ragioni per cui Lisbeth Salander non è James Bond

Getty Image

Claire Foy è stata impegnata. All'inizio di quest'anno ha diretto il thriller psicologico di Steven Soderbergh, Unsane – che era anche conosciuto come "il film che Steven Soderbergh ha girato con un iPhone". Poi le è stato chiesto di fornire il centro emotivo a First Man . Giocando a Janet Armstrong, questo era molto più di quello che i tipici ruoli di "moglie dell'astronauta maschio" solitamente si rivelano essere. Neil Armstrong ha mantenuto le sue emozioni lontane, quindi il ruolo di Foy non solo serve le emozioni di Janet, ma, in qualche modo, anche Neil.

E ora recita in La ragazza nella Ragnatela . È il quinto film che vede la partecipazione di Lisbeth Salander, e il primo dal titolo Le ragazze in the Dragon Tattoo di David Fincher nel 2011, ed è il terzo attore a recitare il ruolo (dopo Noomi Rapace e Rooney Mara). Quindi ecco una franchise che è rimasta inattiva per sette anni e ora Foy è stata sfruttata per riportare Lisbeth alla luce, basato sul romanzo di David Lagercrantz, il primo non scritto da Stieg Larsson. (Inoltre, ho dovuto chiedere a Foy del suo primo ruolo teatrale, al fianco di Nicolas Cage nella Stagione della strega del 2011).

Sembra che tu abbia avuto un grande anno.

Non proprio. Penso che la fine dell'anno scorso sia stata molto impegnativa, ma no, non particolarmente.

Non proprio? Hai messo in scena Girl in the Spider's Web e Sanebergh's Unsane , quindi First Man .

Sì, ma penso che sia la cosa, vero? Il mio lavoro è quello di girare quei film e sono stato fatto a marzo di quest'anno. Quindi, ho avuto cinque mesi per uscire dal mio sistema.

Tutto quello che devi fare ora è parlare con persone come me.

Ed è un piacere, ti dico, è un piacere.

Sì, so quanto sia divertente. E devi ancora andare alle feste e cose del genere.

Non sono mai stato a una festa da secoli.

Non ti invitano alle feste prima del film?

Oh, lo so, ma la maggior parte delle volte devi salire su un aereo e andare da qualche altra parte per farne un altro. In realtà non puoi andare alla festa. Tutti gli altri che hanno visto il film si danno alla festa, e tutte le persone che sono riuscite a farlo, "Oh, andiamo di nuovo."

Per essere chiari, sto dicendo "andando alle feste" dal punto di vista che sembra estenuante.

[Ride] Voglio dire, ci sono cose peggiori che potresti fare nella tua vita, siamo onesti.

Immagino che non ci sia molta empatia in, "Oh, amico, queste parti. Che cosa dura. "

"Che vita dura."

Cosa ti passa per la testa prima di accettare di giocare a Lisbeth?

Beh, sei quasi condannato dall'inizio, davvero. Perché sei davvero in competizione con altre due attrici di grande talento che hanno svolto un lavoro incredibile come il personaggio. O stai gareggiando contro l'immaginazione delle persone, perché hanno amato il libro così tanto e quindi hanno il carattere nella loro testa in un modo particolare. E, in ogni caso, non è una buona posizione di partenza quando stai andando in qualcosa. Quindi ero decisamente scettico all'inizio. Ma poi ho incontrato [il regista] Fede Álvarez, e poi ho iniziato a rileggere i libri. E non appena ho iniziato a rileggere i libri, ho visto solo Lisbeth e un'idea di Lisbeth e una specie di approccio a lei e ciò che amavo di lei. E pensavo che sarei stato sciocco a lasciare che tutta quella aspettativa e tutto quel possibile giudizio mi impedissero di interpretare un personaggio che ho sempre amato davvero. E che sentivo di poterlo fare, non lo so, potrei fare delle buone indagini, suppongo.

C'è qualcosa che volevi fare diversamente con il personaggio?

Oh, no, non mi sono mai avvicinato così. Non ho mai voluto fare qualcosa di diverso. Questo è il mio punto, penso che le altre persone che l'hanno interpretata abbiano onorato completamente il personaggio. Lisbeth è qualcuno da proteggere e un personaggio da amare e rispettare. Non è qualcosa per me entrare come attore e andare, "Ecco la mia interpretazione di esso." Non è questo il punto. Il punto è che Lisbeth merita di essere visto. Lei merita di avere la sua storia. E in questo film è al centro della storia. E non vedo il mio Lisbeth come una versione di Lisbeth, o qualcosa del genere. Mi sono ispirato ai libri come presumo Noomi e Rooney. E così, non è altro che Lisbeth. Non sono io che sto cercando di lasciare un segno, o qualcosa del genere.

Ora che tre attori hanno interpretato Lisbeth, potrebbe essere come James Bond?

Non lo so. Sì, ma sarebbe solo una versione diversa di James Bond, no?

Beh, è ​​ovviamente molto diversa da James Bond.

Penso che il motivo per cui i romanzi hanno successo e penso che il motivo per cui i film hanno successo è perché è unica. Quel personaggio guida l'azione. La storia non è più grande di Lisbeth. Lisbeth è il motivo per cui la gente ama quei romanzi, la complessità di quel personaggio. Daniel Craig ha portato molto a James Bond. Penso che lo abbia umanizzato in un modo che non avevo mai pensato prima con quel personaggio e che lo ha reso un vero uomo con problemi reali e reali lotte. Ma penso che Lisbeth, non è affatto la stessa cosa. Non vedo come tu possa continuare a fare una storia con un personaggio centrale perennemente giovane come quello.

Il tuo punto sul fatto che sia perennemente giovane ha molto senso.

La realtà di Lisbeth deve essere la cosa al centro di tutto, altrimenti perderà la sua concentrazione e qualcosa che lo rende speciale e unico.

Vorresti giocare di nuovo?

Penso di non essere realmente interessato a cercare di prevedere cosa accadrà in futuro. Perché questo settore, per sua natura, non puoi prevederlo. È tutto basato sul gusto e sull'opinione. E quindi, sono molto felice e felice di aver interpretato Lisbeth in un film, e se questo si trasforma in qualcos'altro, e poi si trasforma in qualcos'altro, ma non ho intenzione di proiettarmi nel futuro in quel film modo.

Ho letto il libro di Josh Singer sulla sua sceneggiatura con annotazioni su First Man . È davvero interessante

L'ho visto, sì, perché è stato un po 'in giro con esso.

Leggendolo, sono rimasto scioccato da quante scene hai avuto ad-lib in First Man .

Veramente?

Non è un film, ho davvero pensato che sarebbe accaduto molto.

[Ride] Sì, non so perché mai l'hanno fatto, ma l'hanno fatto davvero. E non avevo mai girato così prima. Ti è stata data tanta libertà per avere la risposta giusta, suppongo. Penso che Damien Chazelle abbia vera fede nei suoi attori che saremmo diventati dei bizzarri esperti sul nostro personaggio, suppongo. E a volte diceva semplicemente, specialmente in alcune delle scene più emozionanti, sarebbe stato come, "Vai e basta, fallo e basta." E mi ci è voluto un po 'per abituarmi. Perché io ero tipo "Cosa? Non dire le parole di dialogo? "Amo le sceneggiature. Li amo. Così all'improvviso, lavorando così, mi sentivo davvero, davvero terrorizzato. Ma Ryan mi ha dato molta fiducia, perché lui era tipo "Dai, facciamolo." Io ero tipo, "Okay." Ed è anche così generoso da parte di Josh, come scrittore per passare i motivi e la spinta della storia ad alcuni attori. È davvero un onore.

È così strano che il tuo primo film sia con Nicolas Cage in Season of the Witch .

[Ride] Quella vecchia castagna.

Il tuo primo film è questo pazzo film con Nicolas Cage.

Praticamente, sì. Mi ricordo che sono andato e l'ho fatto subito dopo aver fatto un adattamento della BBC di una cosa di Charles Dickens chiamata Little Dorrit. Ed era solo … Ero tipo, andrò a girare un film in Ungheria per sei mesi con Nicolas Cage. Farò finta di essere una ragazza medievale posseduta. Ci sono i lupi dentro!

Sì, ci sono.

Ed è stata proprio come l'esperienza più incredibile. È come nient'altro che abbia mai fatto da allora. Penso che sia un momento diverso. Era come il 2008, o qualcosa, penso. Era prima del crollo finanziario? Quindi era solo un modo diverso di fare film. Un modo diverso di essere, suppongo. E così, è stato, non lo so, ho trovato che era una vera curva di apprendimento e abbastanza apertura degli occhi.

Puoi contattare Mike Ryan direttamente su Twitter.

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Nicole Kidman ha parlato del suo scientologist Kids Isabella e Connor Cruise Successivo I baristi ci dicono il miglior valore Bottiglie di alcolici per le vacanze

Rispondi