Facebook ha trovato qualcuno che ha preso la colpa di aver assunto un gruppo di sbavature di destra

Shutterstock

La scorsa settimana, il New York Times ha pubblicato su Facebook un barnburner di bomba che è stato solo sorprendente nel rivelare che la compagnia era ancora più malvagia di quanto creduto. L' articolo esaminava in che modo il gigante dei social media gestiva, o meglio gestiva male, le elezioni del 2016, così come il pugno di uno scoppio di troll russi seguito dalla perdita di dati indicativi di utenti a Cambridge Analytica. Ciò che rivelava, tuttavia, era molto peggio. Per prima cosa, hanno assunto una società di destra per mettere in scena uno dei passatempi preferiti della destra: hanno imbrattato i loro numerosi critici collegandoli con l'uomo nero conservatore George Soros. (Oh, e hanno anche lasciato che l'allora candidato Donald J. Trump se la cavasse con post apertamente bigotti. Anche questo ha funzionato bene.)

Questo significava la fine di Facebook? Ovviamente no. Significava la cacciata di Mark Zuckerberg, o almeno del Chief Operating Officer Sheryl Sandberg? Come se. Entrambi hanno espresso ignoranza da quando l'exposé è andato in diretta , con Zuckerberg che sosteneva di non conoscere l'azienda – ovvero i Definers Public Affairs – fino a quando non ha esaminato il pezzo, a bocca aperta, insieme al resto di noi. In un'altra intervista, Zuckerberg lo ha incolpato su un vago qualcun altro. Ma era chiaro che una testa doveva rotolare.

E ora ha. Verso la fine del Ringraziamento, quando molti media hanno fatto le valigie e hanno saltato un treno per condividere un pasto che sarebbe già stato imbarazzante perché il presidente ha apertamente ammesso di essere stato d'accordo con un regime che ha ordinato di smembrare un giornalista – un post su Facebook è arrivato , scritto da uno Elliot Schrage. Chi? Perché, è il responsabile della comunicazione e della politica di Facebook, naturalmente, o lo era, perché è lui a prendere il proiettile per i suoi superiori, incluso il ragazzo raffigurato come un piccolo insinuato in un film dal regista di Seven and Gone Girl .

Nel post, che è andato in onda mercoledì, ma è stato apparentemente scritto il giorno prima, Schrage "uscente" ha ammesso di aver assunto i Definers nel 2017, ma per una buona causa: voleva semplicemente "diversificare" i loro "DC advisers", come uno lo fa Ammette anche che il suo team ha chiesto all'azienda di prendere di mira Soros, ma solo dopo aver definito il sito una "minaccia per la società", per ragioni che solo Dio ricorda. Non avresti fatto la stessa cosa, cioè le notizie diffuse che Soros stava finanziando gruppi di opposizione (anche se ammetti di aver finanziato solo "diversi" attivisti)? Chi è senza peccato, getta la prima pietra, l'ambizione?

Per un post di un ragazzo autunnale, c'è ancora molto da negare e dissimulare, anche se pone il corpo nascosto sulla mina per salvare coloro che potrebbero averlo piantato in primo luogo. Schrage sostiene anche di non aver chiesto ai Definers di diffondere tutte le notizie false che non si erano diffuse, nonostante il fatto che da allora sono state lasciate andare dalla compagnia per non aver diffuso notizie false su un ragazzo il cui nome è regolarmente usato sprezzantemente dagli antisemiti e dai politici antisemiti che fischiano i cani .

Ed è per questo che sarai ancora in grado di trascorrere il tuo Ringraziamento ascoltando i membri della tua famiglia dello Stato Rosso chiacchierare di tutte le false notizie di fatto scritte da satirici falliti che pensano siano reali, come illustrato in questo articolo del Washington Post che sta per cagare il sangue . Buona giornata della Turchia!

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Jeff Goldblum è ora anche un musicista jazz più venduto Successivo Uno chef indigeno esamina la sua relazione con il Ringraziamento

Rispondi