I film preferiti di Vince Mancini del 2018

Fox Searchlight / Annapurna

Arriva un momento nella vita di ogni critico cinematografico quando deve rinunciare a nozioni infantili sull'impossibilità di quantificare l'arte e sottoporsi agli algoritmi. Questo lo conosciamo come "lista di fine anno". Nel mio cervello, so che il ranking dei film è superfelico, e le persone possono sperimentare gli stessi film in circostanze diverse producendo reazioni diverse e va bene, ma nel mio cuore so che le mie opinioni sono oggettivamente corrette e che devo infuriare, rabbia contro gli altri pagliacci su internet.

Questa è la mia migliore lista di fine anno. Ce ne sono molti come questo ma questo è mio. Senza la mia migliore lista di fine anno, non sono nulla. Senza di me, la mia lista di best-end di fine anno non è nulla.

10. (cravatta) Mission Impossible: Fallout, Paddington 2, Annihilation

Paramount Pictures

È il numero 10 e sto già imbrogliando. Non pensavi che sarei stato in grado di limitare questa lista a soli 10 anni, vero? Le regole sono per gli scrittori di scienze, piccola. In ogni caso, ho trovato questi film sorprendenti e abbastanza piacevoli da meritare una menzione.

Non ho mai amato con tutto il cuore un film di Mission Impossible prima di Fallout , ma questo ha messo l'intero franchise sopra le righe , principalmente eliminando la finzione che la trama sia particolarmente importante o la storia di qualcosa di diverso da uno spettacolo eccezionale in Mission Film impossibili Conoscere te stesso è veramente un dono. In questo senso Fallout è il Furious 7 di questo franchise. Fallout ci ha regalato Tom Cruise pilotando ogni sorta di trasporto (auto! Camion! Barche! Elicotteri!) Mentre platonicamente seduceva le donne in tutto il mondo (amavano le sue gambe "piccolissime"!) E naturalmente, correndo così forte sembrava il suo gli arti potrebbero volare via. Tom Cruise è così impegnato che puoi permetterti di dimenticare che la sua religione fondamentalmente mantiene schiavi. È un'impresa.

Oh, e c'era Henry Cavill con i baffi dolci.

supremo

Sono solo io o sono film di spionaggio in cui Henry Cavill appare il miglior film di spionaggio? Ogni volta che lo vedo in un film penso a quanto sia bello e provo a copiare i suoi peli sul viso e realizzo rapidamente che non riesco a farcela. Ad ogni modo, la sequenza di elicotteri alla fine di Fallout è una delle migliori sequenze d'azione di successo mai girate.

Paddington 2 è il film che Mary Poppins Returns voleva essere. Non me lo sarei mai aspettato da un orso CGI dagli occhi raccapriccianti, ma Paul King e Simon Farnaby ci hanno regalato Paddington come un avatar della modernità britannica – dove una sorta di cortesia riservata e la raffinata rassomiglianza sono gli ideali ultimi. Chiama quel revisionista o modernizzato, è comunque un bel pensiero. Il ruolo di Hugh Grant come famoso attore disonorato nel fare pubblicità di cibo per cani è il suo migliore di sempre (e merita una seria considerazione di premi) e questo è in un film che comprende anche Brendan Gleason, Hugh Bonneville e Sally Hawkins. Sarebbe stato difficile avere un momento più piacevole in un film quest'anno.

Se Paddington 2 e Fallout erano il meglio delle offerte multiplex multiple, Annihilation era un film horror psicologico di fantascienza così ineffabile e metafisico che è difficile credere che sia stato realizzato. Alex Garland ha preso un libro che sembrava impossibile da filmare e lo ha trasformato in un film quasi impossibile da descrivere. Inoltre, c'era un orso del cranio fatto di urla. Ora è così che fai l'introspezione.

9. Ottavo grado

A24

Un sacco di spettacoli vengono chiamati "coraggiosi" ogni anno e di solito sono solo il tipo di ruoli che ti aspetti da attrici famose che si vestono per facili riconoscimenti. Destroyer aveva una sceneggiatura e una regia piuttosto buone, ma Nicole Kidman era essenzialmente una caricatura di cartone animato di propaganda olocaustica di una persona non bella. "Questo è quello che sembri uno schifoso, non è vero? Ho avuto le macchie al fegato giusto? "Sai quel discorso in Kill Bill 2 dove Bill sta parlando di come il vestito di Superman Clark Kent è fondamentalmente come Superman vede tutti gli umani? C'è una versione cinematografica di premi di questo.

Sto divagando, ma in ogni caso, Elsie Fisher, incanalando la sua incarnazione più strana e conservandola per sempre nell'ottavo grado , è stata davvero coraggiosa. È stato anche un lavoro straordinario per un regista al primo successo. L'ottavo grado aveva tutte le cose che ti aspetteresti in un film su un ottavo anno – imbarazzo doloroso, passo falso sociale, genitori imbarazzanti, pene tragiche – ma Bo Burnham ha fatto musica con loro. Nelle sue mani, quelle pietre da passeggio adolescenziali non si sentivano banali o ben indossate ma iconiche, inno- ciche. Importante anche, Burnham ha dato il suo film "d'autore" un vantaggio, senza paura di occasionalmente scat in cui la situazione lo giustificava (dopo tutto sono gli studenti di terza media). Nel 2019, Lord ci concede più film che sono intelligenti senza essere eccessivamente educati. "Taste" significa spingere un po 'i confini.

8. Roma

Netflix

La Roma si presenta nell'elenco di best-list di tutti, e per una buona ragione: ogni scena sembra l'equivalente cinematografico di inchiodare un quadruplo axel (sì, faccio le metafore del pattinaggio artistico ora, gestiscilo). Quasi tutte le scene sono uno scatto da seguire a tempo pieno, con una coreografia accurata come lo sbarco del D-Day, che gli attori devono comunque esibire mantenendo la facciata del realismo sociale (anche Busby Berkeley non aveva quel requisito).

Onestamente non volevo aggiungere il plauso della critica della Roma , semplicemente perché sembra così convenzionale in superficie – è in bianco e nero, si apre appena in tempo per la massima considerazione dei premi, e la maggior parte delle immagini promozionali coinvolge tristezza ma persone orgogliose che si scambiano la vita l'un l'altra su una spiaggia da qualche parte. Volevo odiarlo, davvero, e la sua scena "climatica" sulla spiaggia è la parte più debole. Ma non poteva essere negato. L'intera sottotrama con il fidanzato di karate nudo di Cleo che culmina in una scena di scontri di strada è indimenticabile. Guardalo, lo prometto.

7. Non preoccuparti, non andrà lontano a piedi

Amazon

Sono sconcertato dal fatto che il biopic di Gus Van Sant, del fumettista disabile e volgarissimo John Callahan, interpretato da Joaquin Phoenix, non stia ottenendo più amore per questa stagione di premi / liste di fine anno. E 'perché ha colpito un rilascio limitato all'altezza della stagione dei successi estivi? Era troppo previsto?

In ogni caso, non ti preoccupare, Egli non andrà lontano a piedi è un film superiore a quella altro film Joaquin Phoenix che è sulla lista dei premi di tutti ( sei mai stato davvero qui ), che, quando si eliminano le immagini fresche, ha una trama che non volerebbe su Law & Order SVU (che è un merito della regia di Lynne Ramsay, ma resta il fatto che è essenzialmente una raccolta di trucchi d'arte). Nel frattempo, Do not Worry, non andrà molto lontano a piedi è il migliore di Van Sant da molto tempo, con grandi performance di Phoenix, un grande tratto per Jonah Hill (come l'eroe stravagante di 12 passi Donnie Green) che ripaga totalmente e il solido lavoro di supporto di Jack Black e degli attori meno noti che popolano le classi anonime di alcolisti di Callahan. Sono scioccato che Jonah Hill non partecipi alla conversazione per questo premio quest'anno.

Come Spike Lee, Gus Van Sant sembra essere al suo meglio quando fa pezzi d'epoca semplici, e praticamente tutto ciò che fa funziona in questo.

6. ereditario

A24

Come non ami un film dell'orrore dove Satana vince alla fine (allarme spoiler, immagino)? Non ci sono molti film in cui un personaggio viene decapitato graficamente e non è nemmeno la scena più memorabile del film. Ereditaria si sente come una risposta a tutti coloro che hanno detto che quegli altri film horror acclamati dalla critica ( It Follows, The Babadook , ecc.) Non erano abbastanza spaventosi . Normie America odia ancora questo, ma certamente non era perché non era spaventoso.

5. The Ballad Of Buster Scruggs

Netflix

The Ballad of Buster Scruggs ( recensione originale ) è l'insieme di tic e ossessioni narrative di Coen Brothers racchiuse in una singola antologia. Prende molti dei temi che hanno sempre esplorato e li posiziona come centrale per una sorta di coscienza collettiva americana – oltre a soddisfare le loro passioni per un volgare circolare, arcaico (in buona fede) e possibilmente personaggi animali simbolici.

La chiave per comprendere Buster Scruggs sta comprendendo che si tratta di una raccolta di storie di falò. Perché le storie dei falò? Perché ci dicono qualcosa sulla cultura che li produce. Queste storie, spesso riguardanti la morte e la mortalità (quelle altre ossessioni di Coen), riecheggiano tra le generazioni con ognuna delle quali si è messa in proprio. È un po 'come l'equivalente folcloristico dello scherzo di Aristocrats (anche la musica folk ha un ruolo di primo piano, come nei film di Coen).

Perché storie della frontiera? Perché la frontiera è unicamente americana, o ci piace pensarla come tale. The Ballad of Buster Scruggs esplora la brutalità dell'espansione, esistente nel luogo in cui i nostri sogni più assurdi della frontiera si scontrano con le loro realtà più crude. Esilarante, e con un sacco di gatti magici (metaforicamente parlando). Se vuoi capire i fratelli Coen, The Ballad of Buster Scruggs è un ottimo punto di partenza.

4. Se Beale Street potesse parlare

ANNAPURNA

Se nessuno spara un colpo lungo come Alfonso Cuarón, nessuno fa ritratti cinematografici come Barry Jenkins. I personaggi di If Beale Street Could Talk sono tutti così luminosi e radiosi che non puoi fare a meno di innamorartene. Non è niente di nuovo se hai visto Moonlight , ma dove Moonlight era meditativo, Beale Street ha scene d'ensemble di lotte familiari che assolutamente scoppiettano, con missili verbali lanciati avanti e indietro in modo tale da sembrare quasi la versione gourmet deluxe di Tyler Perry. Tutti i fuochi d'artificio con nessuno dei barare per arrivarci. In superficie, Beale Street racconta una storia triste, ma è consegnata così dolorosamente, così tranquillizzante che non puoi fare a meno di voler vivere in essa. Come il titolo, è davvero una canzone blues. Nessun film nel 2018 sembrava "vissuto" come se Beale Street potesse parlare .

3. Border

Neon / Fantastic Fest

È difficile dire molto di Border senza rovinare una delle esperienze cinematografiche più singolari dell'anno, ma basti dire che Border , del regista Ali Abbasi e della scrittrice Isabella Eklof (lo stesso team dietro a Let The Right One In ) rende il fantastico qualcosa che puoi toccare, assaggiare e sentire in pochi film. È anche difficile combinare ritratti "grossolani" e "umani" nello stesso film, ma Abbasi lo tira fuori, postulando un mondo nascosto sotto il visibile che riesce ad essere al contempo "umano" e una critica dell'umanità per tutte le cose che prendiamo per scontato. Non sono mai stato così disgustato, scaldato e acceso.

2. Il preferito

Fox Searchlight

Niente di più vividamente illustra i problemi della ricchezza e del potere ereditari come le vite dei nostri monarchi europei di clausura e di razza precedente. Eppure questa concezione propriamente derisoria dell'aristocrazia è spesso ostacolata dalla nostra tendenza a trasformare le regine cinematografiche in veicoli per l'emancipazione femminile. Sicuramente meritavamo una regia migliore di "yaas queen?" Yorgos Lanthimos (con gli sceneggiatori Deborah Davis e Tony McNamara) ci ha finalmente regalato The Favorite , il pezzo d'epoca perfetto per un mondo assediato dai figli dei falliti.

Un risultato è un film interamente di proprietà delle sue protagoniste femminili: Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz. Così tanti pezzi d'epoca finiscono senza sangue e antisettico, negandoci le strade coperte di merda, i lenzuoli ricoperti di sperma, i lembi ricoperti di talpa per rendere il passato davvero vivo. Il Preferito era l'antidoto a questo, per non parlare probabilmente del film più divertente dell'anno.

1. Scusa se ti disturbo

annapurna

Scegliere tra i primi quattro o cinque elementi preferiti in questa lista significa dividere i capelli in una certa misura, ma quest'anno nessun film è sembrato tanto un party emergente per una nuova eccitante voce. Non ti è piaciuto Mi dispiace disturbare quanto ho pensato "Non vedo l'ora di vedere altri film di questo ragazzo".

È raro vedere un film così politico come Scusa a disturbare È anche divertente ( Vice è un notevole controesempio ). Soprattutto, mi dispiace disturbare Ti sei sentito privo di regole normali – di narrativa, di gentilezza, di discorso politico accettato. Inoltre, Lakeith Stanfield e Tessa Thompson sono i futuri vincitori dell'Oscar, e Sorry To Bother You ha dato a Terry Crews il suo miglior ruolo. Nel suo film d'esordio, Boots Riley ha dimostrato che i film importanti non devono essere noiosi.

Vince Mancini è su Twitter . Puoi trovare il suo archivio di recensioni qui .

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Elsa Pataky: "Non vivrò mai più a Los Angeles, non riesco a vedermi vivere di nuovo in una città" Successivo Top Chef Power Rankings, settimana 4: Restaurant Wars arriva presto!

Rispondi