Jason Blum vuole una donna per dirigere uno dei suoi film, ma non ci sono molte direttrici

Getty Image

Il nuovo film di Halloween ha suscitato così tanto entusiasmo, non solo cancellando il sequel pulito ma creando un'epica battaglia di Michael-Laurie , che è attualmente in pista per un weekend di apertura in franchising . Il nostro stesso Vince Mancini lo definisce un omaggio solido (ma forse troppo di buon gusto? ) Al film originale di John Carpenter del 1978, quindi tutto intorno, sembra che Blumhouse Productions abbia ancora un altro successo nelle sue mani.

Blum e gli amici possono apparentemente non sbagliare con i loro modi economicamente efficaci, ma non è passato inosservato che nessuna delle dozzine di film di Blumhouse Production (dal 2007) sono stati diretti da una donna. Quello che spicca è quando Blum promuove Halloween come un film di "empowerment delle donne", ma in un'intervista a Polygon , il produttore di powerhouse dice che semplicemente non ci sono molte registe, né vogliono i suoi concerti offerti :

"Non ci sono un sacco di registi donne, e ancor meno che sono inclini a fare horror", dice Blum. "Sono un grande ammiratore di [The Babadook director] Jennifer Kent. Le ho offerto ogni film che abbiamo avuto a disposizione. Mi ha rifiutato ogni volta. "(Kent non era disponibile per un commento al momento della pubblicazione).

La pagina di IMDb di Jennifer Kent non è esattamente piena di branchie, ma forse ha le ragioni per rifiutare i lavori che Blum afferma di aver offerto. Durante la sua chiacchierata con Polygon, tuttavia, Blum ha faticato a ricordare il nome dell'altra regista che non è interessata:

Durante la nostra chiamata, c'è un altro nome che Blum fatica a ricordare – una donna a cui ha lanciato progetti a destra ea sinistra – ma è così determinato a capire il nome che, in una vera mossa hollywoodiana, chiama un assistente, poi un dirigente Blumhouse , al telefono per aiutarlo a ricordare.

Uno dei nomi offerti dagli associati di Blum è Lynne Ramsey, che si è già specializzato in materiale gravemente inquietante, quindi sarebbe stata una collaborazione da guardare, anzi. Tuttavia, il regista in questione (che conferma a Polygon di aver avuto difficoltà di pianificazione ma che sarebbe stato disponibile a dirigere un film di Blumhouse) è Leigh Janiak, che potrebbe un giorno essere il primo timoniere della Blumhouse Productions.

Blum sembra sincero durante tutta la discussione, anche se è strano che non possa ricordare qualcuno che ha così disperatamente voluto assumere. E sì, è proprio vero che i registi maschili superano di gran lunga le loro controparti femminili, ma è per mancanza di tentativi? La regista di Twilight Catherine Hardwicke ha recentemente rivelato (al Daily Beast) la sua convinzione che la Lionsgate abbia assunto una donna solo perché lo studio aveva delle aspettative basse e certamente non si aspettava che il romanzo dei vampiri avesse incassato quasi $ 400 milioni in tutto il mondo. Hardwick ha confermato di aver ricevuto un cupcake come ringraziamento, il che conferma, tutt'intorno, che – film horror o meno (e ovviamente Twilight non lo è) – le donne non sono sempre prese sul serio in questi lavori. Per quanto riguarda Blum, tuttavia, sarebbe utile sapere quale dei suoi film è stato rifiutato dalle donne, se non altro per colmare alcune lacune della storia.

(Via Polygon )

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Robert Mueller pubblicherà le scoperte "subito dopo le elezioni di medio termine" Successivo Ariana Grande si riprende a lavorare mentre Pete Davidson esce dallo show dopo lo scioglimento

Rispondi