Keira Knightley: “Penso che spesso i narratori di donne siano più sottili degli uomini”


11.2018 Cover KK

Non mi sono reso conto fino a poco tempo fa che Keira Knightley ha girato diversi film quest'autunno e l'inverno, non solo Colette. Colette è quella che riceve molta attenzione e, sinceramente, non sarei sorpreso se Keira avesse ottenuto un'altra nomination all'Oscar per questo. L'Accademia ama le belle attrici britanniche nei corsetti, quasi quanto amano gli attori britannici che interpretano personaggi storici. Keira ha anche un ruolo in Disney's The Nutcracker (hard pass) e poi in primavera, è in The Aftermath di Ridley Scott, un altro dramma d'epoca. Quindi, ovviamente, Keira ha ottenuto una delle copertine per il numero di Women in Hollywood di Elle Magazine – puoi leggere la storia completa qui. Sembra … maturata. È stata così per diversi anni – puoi dire che i suoi 20 anni erano spazzatura completa, ma lei ama i suoi 30 anni. Alcuni punti salienti:

Nel chiedere la sua paga in relazione ai suoi costar maschi: "Non mi è nemmeno venuto in mente. Sembrava qualcosa che non si poteva mettere in discussione. Ma ora lo chiedo, e posso tranquillamente dire che nei miei ultimi due film non ho fatto meno degli uomini con cui ho lavorato ".

Diventando famosi a 18 anni, comprendendo i doppi standard: "I doppi standard che le donne affrontano sono così estreme, in particolare a quell'età. Gli uomini sono destinati a ubriacarsi e cadere dai club. Poi [la gente] va, "Sì, sei forte!" Ma se fossi stato visto come una ragazza delle feste, avrebbe potuto essere la fine della mia carriera. Viviamo anche in una società che trasmette messaggi incredibilmente difficili alle giovani donne. Dovresti essere magro, ma non così magro. Dovresti uscire e fare sesso, poi la gente dice "No, sei una puttana". Sei sempre troppo di qualcosa. La cosa interessante di Colette è che ha infranto tutte quelle regole. Sentiva di avere il diritto di vivere la sua vita nel modo che riteneva opportuno.

La differenza tra registi maschi e femmine: "Certo che gli uomini possono dirigere le donne in modo brillante, ma penso che spesso i narratori di donne siano più sottili degli uomini. E penso che spesso il loro lavoro viene svalutato a causa della sottigliezza, e questo è ridicolo. C'è anche l'ageismo con i registi: vuoi le giovani registe sexy, ma non vuoi necessariamente le donne di mezza età. Abbiamo bisogno di tutte quelle voci. Dobbiamo parlare di quanto sia difficile per le donne lavorare anche con i bambini piccoli. Stiamo perdendo un sacco di donne perché con il modo in cui il settore è impostato, non possono dirigere e avere figli allo stesso tempo.

Il suo più grande errore quando era giovane: "Penso che il mio più grande errore, in realtà, stava cercando di essere perfetto. Ero così convinto che c'era un modo per rendere tutti felici. Ma c'è gioia nel sapere che è impossibile. Un sacco di tempo, cercando di capire come il f-k che si rimette dal pavimento è la parte più interessante della tua vita.

[Da Elle]

Sono davvero d'accordo con quello che lei dice delle registe donne contro i registi maschi: ci sono così tanti registi maschi che fanno un lavoro brillante con le donne. MA le registe vedono il lavoro e la storia in modo diverso, vedono le sottigliezze in modo diverso, e diverse non significano meglio o peggio. Ma Keira ha ragione sul fatto che il lavoro delle registe sia stato svalutato. È lo stesso con i cosiddetti "chick flicks" o "women's film", come il genere di drammi corsetti che Keira fa. Sono visti come meno di perché sono fatti da donne o fatti per le donne o fatti con le donne.

03_KK_Select

Foto per gentile concessione di David Bailey per Elle Magazine, inviata dall'e-mail promozionale di Elle.

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente 'I Simpson' sta lasciando cadere Apu, ma sono ancora impegnati a essere completamente insuperabili Successivo Demi Moore stava 'girando per un sentiero di autodistruzione ... Non mi sono mai sentito abbastanza bene'

Rispondi