Ma le sue e-mail: Ivanka Trump ha utilizzato un account e-mail privato per gli affari del governo


Il presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump partecipa all'evento The Pledge to America's Workers alla Casa Bianca a Washington, DC

Questo in realtà non è una novità, nel senso che nessuno ha mai sentito un sussurro fascista su qualcosa che ha a che fare con le e-mail di Ivanka Trump. Abbiamo già sentito parlare dell'account personale e privato di Ivanka prima nell'autunno del 2017. Ivanka ha utilizzato per due anni un account personale e privato per le attività della Casa Bianca per tutto questo tempo. Conduce tutti i suoi affari attraverso account personali, a quanto pare, inviando email alle sue tate a contattare i membri del gabinetto e altro ancora. Il Washington Post aveva l'esclusiva questa volta:

Ivanka Trump ha inviato centinaia di e-mail lo scorso anno agli assistenti della Casa Bianca, ai funzionari del Gabinetto e ai suoi assistenti utilizzando un account personale, molti dei quali in violazione delle regole dei registri federali, secondo le persone che hanno familiarità con l'esame della corrispondenza della Casa Bianca.

I funzionari di etica della Casa Bianca hanno appreso del ripetuto uso da parte di Trump di e-mail personali durante la revisione delle e-mail raccolte lo scorso autunno da cinque agenzie di gabinetto per rispondere a una denuncia di atti pubblici. Questa revisione ha rivelato che durante gran parte del 2017, ha spesso discusso o comunicato attività ufficiali della Casa Bianca usando un account di posta privata con un dominio che condivide con suo marito, Jared Kushner.

La scoperta allarmò alcuni consiglieri del presidente Trump, che temeva che le pratiche di sua figlia portassero somiglianze con l'uso personale di e-mail di Hillary Clinton, un problema che ha messo a fuoco la sua campagna del 2016. Ha attaccato il suo sfidante democratico come inaffidabile e ha soprannominato la sua "Crooked Hillary" per aver utilizzato un account di posta elettronica personale come segretario di stato.

Alcuni aiutanti furono sorpresi dal volume delle e-mail personali di Ivanka Trump e furono colti di sorpresa dalla sua risposta quando interrogati sulla pratica. Disse che non aveva familiarità con alcuni dettagli delle regole, secondo le persone che conoscevano la sua reazione. La Casa Bianca ha inviato le richieste di commento all'avvocato e consulente etico di Ivanka Trump, Abbé Lowell.

In una dichiarazione, Peter Mirijanian, un portavoce di Lowell, ha riconosciuto che la figlia del presidente occasionalmente ha usato la sua e-mail privata prima di essere informata sulle regole, ma ha detto che nessuno dei suoi messaggi conteneva informazioni classificate.

[Dal Washington Post]

"Ha detto che non aveva familiarità con alcuni dettagli delle regole." L' ignoranza non è una difesa, e come ho detto prima, questa non è la prima volta che qualcuno ha sentito qualcosa – questa è stata una storia l'anno scorso, circa quattordici mesi fa, quando i gruppi di watchdog hanno appreso che stava usando un account di posta elettronica privato per condurre affari governativi. Non ha familiarizzato con le regole negli ultimi 14 mesi? Forse suo padre potrebbe educarla – è una donna che usa un account privato di posta elettronica, ergo LOCK HER UP. Ma anche le sue e-mail sono implicite: la storia di Ivanka Trump .

Il presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump partecipa all'evento The Pledge to America's Workers alla Casa Bianca a Washington, DC

Foto per gentile concessione di Avalon Red.

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Il gatto di Frankie Muniz ha acceso il rubinetto, la casa allagata: "Tutto quello che possiedo, distrutto" Successivo "La cena dei corrispondenti della Casa Bianca non avrà un comico nel 2019"

Rispondi