Netflix ha ottenuto l’accesso ai tuoi DM su Facebook nonostante il tweet altrimenti

Getty Image

Netflix dice che non ha avuto accesso ai messaggi diretti di milioni di utenti su Facebook , ma un'indagine del New York Times ha scoperto documenti che indicano chiaramente il contrario. Martedì, il Times ha riferito che Facebook ha dato a molte aziende l'accesso a molte più informazioni personali degli utenti rispetto a quanto divulgato , incluso l'accesso a messaggi privati ​​e altro ancora.

Incluso in un lungo elenco di aziende, Facebook ha lasciato curiosare Netflix, il gigante dello streaming che utilizza i dati di ciò che gli utenti stanno guardando e di cui parla per aiutare a consigliare spettacoli e film che gli utenti vorrebbero. Ma Netflix non ha apprezzato di essere incluso nel rapporto e di essere stato licenziato martedì, negando il contenuto della lunga inchiesta del Times sulla sicurezza di Facebook.

Netflix ha twittato direttamente al Times negando di averlo spiato per i clienti in streaming che avevano anche un account Facebook, dicendo che non scivolava nei suoi DM clienti.

E 'stata una risposta sfacciata e quella che ha attirato un bel po' di attenzione online. C'era solo un problema: il Times dice che lo facevano di certo, ed era a conoscenza di documenti che dimostravano di essere, in effetti, parte di un gruppo di aziende cui era stato dato accesso a tali informazioni. E altro ancora. Questo è il motivo per cui il Times ha catturato un'immagine di quel tweet e l'ha usata per promuovere la sua storia mercoledì, riferendo che Netflix aveva ammesso di aver usato le informazioni per raccomandare cose sul servizio di streaming.

In una storia a parte che andava più nel dettaglio riguardo a ciò che le aziende potevano fare con i dati dell'utente su Facebook, il Times ha riferito che Netflix aveva accesso ai dati degli utenti in modo che potessero condividere e raccomandare uno spettacolo sulla piattaforma social dopo aver finito di guardarlo . Ma anche incluso in quell'accesso era molte altre funzioni ..

Per realizzare tale condivisione, l'applicazione Netflix doveva essere in grado di inviare messaggi di Facebook. Ma a Netflix è stata data l'abilità non solo di inviare messaggi privati ​​ma anche di leggerli, scriverli, cancellarli e vedere tutti i partecipanti su un thread. Un portavoce di Netflix ha detto che la società non era a conoscenza del fatto che le erano stati concessi ampi poteri e aveva utilizzato l'accesso solo per i messaggi inviati dalla funzione di raccomandazione.

Netflix ha disattivato la funzione circa un anno dopo la sua introduzione, ma i documenti mostrano che la società aveva ancora accesso ai messaggi degli utenti nel 2017.

Netflix non era l'unica azienda ad avere accesso alle informazioni degli utenti. In effetti, l'inchiesta del Times ha sottolineato che il New York Times stesso era una delle nove società di comunicazione che ha avuto accesso alle informazioni degli utenti solo nel 2017. Spotify, Amazon e altre società hanno ottenuto molte più informazioni da Facebook rispetto al social network ha detto agli utenti. È ancora un altro grande scandalo per il social network in un anno in cui i dati degli utenti sono stati rubati in una falla della sicurezza e la continua negligenza di Facebook nella diffusione della disinformazione e l'influenza politica russa ha scosso la società dei social media.

Facebook ha permesso al motore di ricerca Bing di Microsoft di vedere i nomi di praticamente tutti gli amici degli utenti di Facebook senza il consenso, i record mostrano e ha dato a Netflix e Spotify la possibilità di leggere i messaggi privati ​​degli utenti di Facebook.

Il social network ha permesso ad Amazon di ottenere i nomi degli utenti e le informazioni di contatto attraverso i loro amici, e ha permesso a Yahoo di visualizzare i messaggi dei post degli amici di recente quest'estate, nonostante le dichiarazioni pubbliche di aver fermato quel tipo di condivisione anni prima.

Quello che Netflix ha fatto di sbagliato qui usando le informazioni che non avrebbe dovuto avere è ovvio. Molte aziende portano anche questa distinzione. Ma quel che è peggio è che Netflix ha negato di aver fatto qualcosa dopo il fatto, quindi ha rilasciato una dichiarazione al Times dicendo che in realtà ha fatto ciò che ha detto di non aver fatto su Twitter. Questo rende solo le cose peggiori. La lezione qui, come sempre, è che non tutto ciò che leggi su Twitter è vero. E forse la privacy che assumiamo per avere online semplicemente non è lì come avremmo sperato.

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Genevieve Morton Nuda su un'isola, Jennifer Garner sembra ... diversa, potrebbe essere un intervento chirurgico? e altro ancora Successivo Kylie Jenner vuole avere un altro bambino con il ragazzo Travis Scott 'presto'

Rispondi