The Springsteen-Themed ‘Blinded By The Light’ è un must-see Beacon of Joy

Sundance

Il giorno dopo che mio padre è morto poco più di un anno fa, ho girato senza meta per la città di New York. Non sapevo dove stavo andando, o facendo, o cosa avrei dovuto fare, davvero. L'unica cosa che sentiva proprio era ascoltare Bruce Springsteen. Penso che ci sia un gene Springsteen che una persona ha o non ha. Ma, se ce l'hai, sai che i testi di una canzone di Bruce Springsteen possono parlare direttamente a te – sollevandoti o abbattendoti, a seconda di ciò che potrebbe essere necessario in quel particolare momento.

Quel giorno, ho ascoltato "My Hometown", che è lontano dalla mia canzone preferita di Springsteen, ma quel giorno lo è stato. Mentre Bruce canta di suo padre lasciando che il giovane Bruce guidasse la macchina di famiglia per le strade di Freehold, nel New Jersey, pensai a mio padre che mi lasciava fare la stessa cosa a Eldon, nel Missouri. Ho iniziato a piangere, proprio lì per la strada, davanti agli estranei che passavano. Sembrava giusto. (Una cosa bella del vivere a New York City è che la vista di un essere umano che piange apertamente per strada probabilmente non creerà le dieci cose più strane che una persona potrebbe vedere in un dato giorno.)

Dopo la premiere di Gurinder Chadha Blinded by the Light – che ha ricevuto un'emozionante standing ovation qui al Sundance Film Festival – mi sono fermato dall'afterparty e mi sono subito avvicinato a Sarfraz Manzoor, il giornalista e scrittore su cui si basa il film. Dopo il film, sul palco, ha pronunciato un discorso toccante su suo padre, morto anche improvvisamente per un infarto. Sì, il film parla della sua relazione con la musica di Bruce Springsteen, ma, in sostanza, riguarda il padre di Manzoor. Durante i crediti, siamo informati che Manzoor ha partecipato a più di 100 spettacoli Springsteen. Quando ho menzionato i miei 27 spettacoli sembravano miserabili rispetto ai suoi, Manzoor ha risposto, "Non si tratta del numero di spettacoli, è ciò che una persona fa con l'ispirazione dopo gli spettacoli." Che linea. Ad ogni modo, Blinded by the Light mi ha colpito come una tonnellata di mattoni e adoro questo film così tanto.

Basato sul libro di Manzoor sulla crescita di un bambino Pakastano a Luton, in Inghilterra – e usando la musica di Springsteen per far fronte al razzismo che lui e la sua famiglia dovettero affrontare e sognare di uscire da quella città (lo fece) – Accecato dal La luce presenta scene della gioia più pura e pura che ho visto sullo schermo da un po 'di tempo. Dio, forse mai.

Ambientato nel 1987, c'è una scena in cui Javed (Viveik Kalra, una versione romanzata di Manzoor) e il suo migliore amico (Aaron Phagura) irrompono nella stazione radio della scuola, indossano "Born to Run", chiudono la porta, e poi i due di loro corrono per le loro vite lungo il corridoio della scuola, ridendo e cantando per le strade. Alla fine, la scena si trasforma in una strada che canta e danza lungo che funge sia da un gioioso trionfo che da un invito all'azione. È facilmente una delle mie scene di film preferite dell'anno scorso e senza dubbio diventerà un preferito di YouTube. (Se qualcuno che si occupa della commercializzazione di questo film sta leggendo questo, rilascia quella clip al mondo: se la gente vede questa sequenza, si affolla per questo film.La linea per il teatro assomiglierà all'ultima scena di Field of Dreams . )

Gurinder Chadha, tornando al festival dopo il suo debutto al Sundance, Bend it like Beckham , ha detto alla folla che Springsteen aveva dato loro "carta bianca" per accedere al suo catalogo. E, ragazzo, non ha lesinato su quell'offerta. (Anche se sono rimasto sorpreso dal fatto che il film si apre con la canzone dei Pet Shop Boys "It's a Sin.") Chadha utilizza 17 canzoni di Bruce Springsteen in un misto di trionfo esultante (come la già citata scena "Born to Run"), terrore (" Jungleland "gioca su una scena di violenti suprematisti bianchi che marciano per le strade) o di riflessioni interiori (spesso, come ascolta Javed, i testi sono presentati attraverso lo schermo per guidare il punto a casa). La canzone che viene maggiormente utilizzata non è "Born to Run" o la canzone del titolo del film, ma "The Promised Land", la prima canzone sul secondo lato di Darkness on the Edge of Town . La linea di quella canzone, "A volte mi sento così debole, voglio solo esplodere", sembra essere il filo conduttore dell'intero film.

Ho esitato a dire Blinded by the Light è "pura gioia", perché questo è un film che presenta skinheads e palese, orrendo razzismo. Ma, nonostante ciò, questo è un film che vuole farti sentire bene . A un certo punto della loro vita, tutti sembrano schifo, e per molti di noi, Bruce Springsteen ci aiuta a superare. È un po 'una dipendenza. E 'difficile spiegare perché ho visto esibirsi tutte le volte che ho (anche se, ho provato una volta ), ma devo solo andare. I suoi testi possono parlare a qualche stupido ragazzo bianco del Midwest tanto quanto ha parlato a un bambino pakistano che vive in Inghilterra. La musica di Bruce Springsteen unisce le persone. Questo film, Accecato dalla luce , vuole unire le persone. È un film che trasforma l'odio in gioia e carica. Oppure, come dice Springsteen, "esplodere e distruggere tutta la città, prendere un coltello e tagliare questo dolore dal mio cuore, trovare qualcuno che prude per qualcosa da iniziare."

Blinded by the Light è assolutamente da vedere.

Puoi contattare Mike Ryan direttamente su Twitter.

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Alison Brie a Miu Miu ai SAG: drammatica o semplicemente cattiva? Successivo La famiglia di Michael Jackson si scaglia contro i creatori del documentario 'Finding Neverland'

Rispondi