YouPorn sta mettendo al bando Starbucks in risposta al blocco dei siti porno

Getty Image

Starbucks vuole che le persone smettano di guardare il porno nei suoi bar e sta facendo il possibile per contrastare il fenomeno mettendo al bando siti porno dalla sua rete WiFi. Questo è certamente nel loro diritto, in quanto il Wi-Fi gratuito è, sfortunatamente, non richiesto dalla Costituzione degli Stati Uniti, né dalla Carta dei Diritti.

Tuttavia, ciò non significa che un divieto di pornografia pubblica non sarà senza ripercussioni. Il sito porno YouPorn, ad esempio, sta combattendo. Apparentemente il modo migliore per farlo è la reciprocazione, dato che YouPorn ha deciso di vietare a Starbucks in una risposta il loro nuovo filtro per i contenuti per adulti sulle sue reti.

Il Washington Examiner ha scritto sul divieto , citando un rapporto TMZ incluso nel promemoria interno del fornitore del porno che spiega perché stava bandendo Starbucks come conseguenza della politica imminente della catena del caffè.

Alla luce della notizia che Starbucks ha impedito ai clienti di cercare e visualizzare contenuti per adulti all'interno dei propri stabilimenti, i prodotti Starbucks saranno ufficialmente banditi dagli uffici YouPorn, a partire dal 1 ° gennaio 2019.

Vedi il tuo diretto manager per qualsiasi domanda.

È chiaramente un modo ironico – e forse in alcuni altri posti – vietato, ma che certamente li mette nelle notizie. Sono sicuro che ai loro impiegati mancheranno davvero tutte quelle coppe per le vacanze per lo più vuote che odorano di caffè stantio e leggermente bruciato quando un collaboratore disattento la getta nel cestino della spazzatura, invece di scaricare il liquido e gettarlo in cucina pattumiera. Sai, quello che viene cambiato più spesso e ha un coperchio. Quanto maleducato, giusto?

Quasi scortese come guardare il porno in uno Starbucks.

(via TMZ , Washington Examiner )

( Fonte )

Commenta su Facebook
Precedente Open Post: ospitato dalla vera azione live "Lion King" Successivo Neil deGrasse Tyson ha rilasciato una dichiarazione a seguito di accuse di cattiva condotta sessuale

Rispondi